17/01/2020 - 19/01/2020


ATELIER MATTA
a cura di Monica Ciarcelluti

17,18,19 Gennaio 2020
LABORATORIO DI TEATRO: L’ETERODIREZIONE

CORSO INTENSIVO PER ATTORI
DIRETTO DA MARCO CAVALCOLI – FANNY & ALEXANDER

Il laboratorio si propone di introdurre i partecipanti al metodo dell’eterodirezione, su cui Fanny & Alexander ha indagato già da molti anni, come visibile in alcuni suoi importanti spettacoli, tra cui Him, West, Progetto Discorsi, To be or not to be Roger Bernat, Amica geniale. Si tratta di un processo di scrittura live in cui il corpo di un attore è una strana penna vigile che comunica a chi scrive le sue intenzioni attraverso sottili indicazioni di senso e sentimento. Si richiede ai partecipanti di portare con sé un paio di auricolari e di vestire con abiti comodi.

L’ETERODIREZIONE: APPROFONDIMENTO*
Fanny & Alexander ha affrontato nei suoi ultimi lavori il tema dell’eterodirezione in relazione all’idea di attraversamento dell’attore da parte di un’intera opera coi suoi suoni e le sue voci e rumori, fantasmi viventi incarnati in un corpo-medium (2007, Him); poi in un dispositivo che indagava i meccanismi della persuasione occulta – oltre a quello della resistenza-obbedienza dell’attore a una ferrea gabbia di ingiunzioni (2010, West). Inoltre, nel progetto dedicato a T.E. Lawrence (2011, T.E.L.), in particolare in riferimento alla tanto nodale idea di corvè, così presente nell’opera di quest’autore. Ha proseguito la sua ricerca nel progetto Discorsi (2011/2016) che indaga il tema del rapporto tra singolo e comunità intercettando vari ambiti del contemporaneo (politica, educazione, giustizia…) in stretta relazione retorica con molti nodi cruciali del nostro tempo. Il tema dell’eterodirezione ha interessato anche gli ultimissimi lavori della compagnia, tra cui To be or not to be Roger Bernat, Da parte loro nessuna domanda imbarazzante e Storia di un’amicizia.
*L. De Angelis, C. Lagani / Fanny & Alexander, Eterodirezione: glossario in divenire, in F.Acca, S. Mei (a cura di), Il teatro e il suo dopo. Un libro di artisti in omaggio a Marco De Marinis, Editoria e Spettacolo, Spoleto, 2014, p. 65

Marco Cavalcoli, attore, si aggrega stabilmente alla compagnia Fanny & Alexander dal 1997. Il suo percorso di ricerca si è intrecciato anche a quello della compagnia Teatrino Clandestino negli spettacoli Mondo Mondo (1995), Sinfonia Majakovskiana SINFONIA (1997) e Ossigeno (2006). All’interno di Fanny & Alexander è stato in scena nei più importanti lavori della compagnia. Tra questi si ricordano gli spettacoli del ciclo triennale Ada. Cronaca familiare (2003-2005), quelli del ciclo OZ (2007 – 2009) e, all’interno del ciclo Discorsi, è stato protagonista di Discorso Grigio, dedicato all’oratoria politica. Tra gli ultimi lavori di Fanny & Alexander, Marco Cavalcoli è l’interprete di To be or not to be Roger Bernat (2016) e SMER. The riot of seduction (2017, Belgio).
Nel 2017 ha dato voce al romanzo Arancia Meccanica di Anthony Burgess, trasmesso integralmente da Radio3 all’interno di Ad alta voce.  Per le interpretazioni negli spettacoli Him e Discorso alla Nazione, Marco Cavalcoli ha ottenuto due nomination al Premio Ubu nel 2008 e nel 2012 come miglior attore protagonista.

La partecipazione avviene dietro selezione, inviare la propria candidatura alla mail prenotazionispaziomatta@gmail.com presentando un CV con le esperienze pregresse di formazione e di scena.

TEMPI: 4 ore di lavoro al dì (3 giorni di lavoro)
QUOTA DI PARTECIPAZIONE: Euro 120 (per gli iscritti entro il 6 gennaio la quota è 100 euro)

CANDIDATURE E INFO: 320 442 80 86
E-MAIL:  prenotazioni@spaziomatta.it